In arrivo la Notte Europea dei Ricercatori il 30 settembre

notteuropea16300x250

Torna anche quest’anno, per la sua undicesima  edizione, la Notte Europea dei Ricercatori: un evento, organizzato da Frascati Scienza e finanziato dalla Commissione Europea, per celebrare la scienza e il lavoro dei ricercatori. L’evento si terrà il prossimo venerdì 30 settembre dalle ore 15 fino all’una di notte, e sarà ospitato in oltre venti città differenti: Ancona, Roma, Frascati, Firenze, Sesto Fiorentino, Milano, Trieste, Genova, Modena, Ferrara, Napoli, Caserta, Palermo, Bari, Cagliari, Monserrato, Catania, Lecce,  Parma, Pavia, Reggio Emilia, Sassari, Carbonia, Cassino, Gorga, Grottaferrata, Monte Porzio Catone, Colleferro, Rocca di Papa e Santa Maria di Galeria.

Il tema dell’edizione di quest’anno sarà Made in Science, un argomento di stretta attualità visto un sempre più ampio contributo di scienza e tecnologia al rilancio economico del paese. Un contatto diretto tra ricercatori e grande pubblico è quindi fondamentale per comunicare l’importanza del lavoro dello scienziato e per sensibilizzare chi è esterno a questo mondo su quanto sia fondamentale per il futuro del pianeta.

E così, tra laboratori, giochi, interventi pubblici, il pubblico dell’evento potrà toccare con mano, vedere, sperimentare e capire su cosa stanno lavorando gli scienziati del XXI secolo e perché il loro lavoro è così fondamentale per il nostro futuro. Tra i tanti eventi della serata, segnaliamo la conferenza “La dinamica interna del nostro pianeta: dagli eventi alle catastrofi naturali” all’Università degli Studi Roma Tre, ISPRA, INFN Sezione Roma Tre, la conferenza/spettacolo “Ma che scienza c’è al cinema?” alla Casa del Cinema di Roma, un collegamento in diretta con la Missione Rosetta alle Mura del Valadier in via del Castello a Frascati e il laboratorio “Crash! Non far crollare l’Ecosistema! Il gioco degli equilibri ambientali” nella medesima location, dalle 17:30 alle 19.

Ma gli eventi saranno tantissimi, anche perché distribuiti su più di venti città. Nondimeno, saranno adatti a ogni genere di pubblico, compresi i bambini. Saranno inoltre distribuiti lungo tutto l’arco temporale della giornata del 30, fino a tarda serata. Per conoscere a fondo il programma, che è davvero ricco, conviene visitare la pagina dedicata.

Mentre per ulteriori informazioni si può consultare la pagina ufficiale dell’evento, ospitata sul sito di Frascati Scienza, a questo indirizzo.

Notte Europea dei Ricercatori: in arrivo l’undicesima edizione

NottEuropea16web-2-768x878

Il 30 settembre 2016 ritorna, per la sua undicesima edizione, la Notte Europea dei Ricercatori, organizzata da Frascati Scienza e finanziato dalla Commissione Europea, per mettere ancora una volta in contatto il mondo della ricerca scientifica con il grande pubblico.

La parola chiave di quest’anno sarà “Made in Science”, ossia la visione della scienza come un qualcosa di legato alla nostra quotidianità, in grado di migliorare la nostra vita di tutti i giorni e un marchio di prestigio per il nostro paese. Insomma, un Made in Italy tutto all’insegna della ricerca scientifica.

Tra le novità dell’edizione 2016 ci sarà la partecipazione di un numero raddoppiato di Comuni: se nel 2014/15 la Notte aveva illuminato le piazze e le vie di 10 città italiane, quest’anno le protagoniste dell’evento saranno oltre 20: Bari, Cagliari, Carbonia, Cassino, Catania, Ferrara, Firenze, Frascati, Genova, Gorga, Grottaferrata, Lecce, Milano, Modena, Monte Porzio Catone, Napoli, Palermo, Parma, Pavia, Reggio Emilia, Roma, Sassari, Trieste saranno ravvivate da eventi, conferenze, spettacoli e animazioni scientifiche di ogni genere. Inoltre, grazie alla collaborazione di molte scuole della Capitale e al progetto Alternanza Scuola/Lavoro della Regione Lazio, permetterà agli studenti dai 16 ai 18 anni di partecipare attivamente alla creazione degli eventi, per conoscere da subito le realtà legate al mondo della ricerca e della comunicazione scientifica.

Grazie al concorso “Made in Ideas”, il logo della Notte Europea dei Ricercatori è stato realizzato dal vincitore del contest che, oltre al premio in denaro, avrà anche la soddisfazione di vedere la propria creazione utilizzata come simbolo dell’evento per i prossimi due anni.

Gli enti partecipanti al progetto, come sempre, sono numerosi: la Notte Europea dei Ricercatori è un progetto promosso dalla Commissione Europea, coordinato da Frascati Scienza e realizzato in collaborazione con la Regione Lazio, il Comune di Frascati, ASI, CNR, ENEA, ESA-ESRIN, INAF, INFN, INGV, ISS, CINECA, GARR, ISPRA, CREA, Sardegna Ricerche, con Sapienza Università di Roma, Università degli Studi di Roma “Tor Vergata” e Università degli Studi Roma Tre, Università LUMSA di Roma e Palermo, Università di Cagliari, Università degli studi di Cassino e del Lazio Meridionale, Università di Parma, Università Politecnica delle Marche, Università di Sassari, Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia.

L’evento vedrà inoltre la partecipazione di G.Eco, Associazione Tuscolana di Astronomia (ATA), Accatagliato, Associazione Arte e Scienza, Gruppo Astrofili Monti Lepini (Osservatorio di Gorga), Associazione Culturale Chi Sarà di Scena, RES Castelli Romani, Associazione Eta Carinae, Associazione Tuscolana Amici di Frascati, Astronomitaly – La Rete del Turismo Astronomico, Explora il Museo dei Bambini di Roma, L.U.D.I.S, Museo Tuscolano delle Scuderie Aldobrandini, Native, Sotacarbo, STS Multiservizi, Science4Biz, Dinosauri in Carne e Ossa.

Per consultare il programma aggiornato: www.frascatiscienza.it

Pagina dedicata all’edizione 2016: link